CREDITI FORMATIVI ECM

I crediti formativi ECM sono stati così assegnati:

dal 27/10/2013 al 30/10/2013 (4 giornate)                                   12 crediti ECM

MEDICO/BIOLOGO e  TECNICO SANITARIO DI LABORATORIO BIOMEDICO
Frequenza minima per l’ottenimento dei crediti: 24 ore
30/10/2013 (1 giornata)                                                                 3 crediti ECM
TECNICO SANITARIO DI LABORATORIO BIOMEDICO
Frequenza minima per l’ottenimento dei crediti: 3 ore

I crediti formativi saranno assegnati ai partecipanti che avranno compilato e consegnato, entro la fine del Congresso, il questionario ECM e che avranno preso parte all’intero programma formativo accreditato.


Carissime Colleghe e Colleghi,
           
E’ la prima volta che la città di Roma ospita il Congresso Triennale SIAPEC-IAP dall’atto di fondazione della Società. Questa possibilità ci onora, ci riempie di orgoglio e costituisce per noi una sfida nell’organizzazione di un evento che corrisponda il più possibile alla molteplicità di esigenze della nostra comunità scientifica e professionale.
Il programma scientifico è stato costruito per aggiornare e formare. Sono previsti Simposi che hanno l’obiettivo di divulgare le acquisizioni più significative, in termini  di patogenesi e diagnosi delle malattie, nei principali campi di interesse della nostra Disciplina.  Sono previsti Corsi Brevi dedicati ai Colleghi più giovani, in cui esperti dei diversi settori della Patologia avranno la possibilità di illustrare le metodologie e gli strumenti più utili ai fini del raggiungimento di una corretta diagnosi. Sono previsti Slide Seminars in cui saranno illustrati casi estremamente rari e/o complessi la cui osservazione difficilmente avviene nella routine quotidiana. L’organizzazione  delle Sessioni Scientifiche è stata affidata ad esperti qualificati ed ai responsabili dei Gruppi di Studio SIAPEC-IAP, con l’indicazione di valorizzare il più possibile giovani colleghi con elevata qualificazione professionale.
E’ sempre più evidente che l’esercizio della nostra professione richiede competenze allargate anche ad altri settori che comprendono la gestione economica, l’organizzazione del lavoro, e le responsabilità medico-legali. Una corretta ed aggiornata informazione su questi temi costituisce un indispensabile strumento di tutela individuale nella pratica quotidiana. Nel programma del Congresso sono previste Sessioni dedicate alle problematiche emergenti in questi settori che saranno trattate da Colleghi e da giuristi esperti della materia.
La recente introduzione di terapie oncologiche personalizzate ha indotto profondi mutamenti nella nostra disciplina favorendo la diffusione dell’uso di tecniche di biologia molecolare nei nostri laboratori ed incoraggiando l’uso di controlli di qualità esterni a tutela del paziente. Questi cambiamenti aprono nuovi affascinanti orizzonti alla nostra Disciplina, ma al tempo stesso ci impongono delle riconsiderazioni su quello che dovrà essere il bagaglio culturale e tecnologico dell’anatomopatologo negli anni a venire. Nel programma del Congresso sono previste sessioni dedicate alle tecniche di biologia molecolare ed alla formazione dei futuri anatomo-patologi che certamente affronteranno questi temi.
I preparati istologici digitali e la Telepatologia costituiscono un’altra forma di innovazione destinata a cambiare le modalità di esercizio della nostra professione. Abbiamo invitato Patologi Oltre Frontiera ad offrire un esempio della generosa ed utile azione che questa ONG svolge nei Paesi Emergenti offrendo un supporto locale all’attività diagnostica ed anche una possibilità di diagnosi a distanza grazie alla Telepatologia.
Il Comitato Scientifico, d’accordo con il Consiglio Direttivo Nazionale SIAPEC-IAP, ha organizzato questo Programma nella speranza di incontrare il vostro interesse e di stimolare la vostra partecipazione al VI Congresso Triennale che, ci auguriamo, si terrà nella cornice di una splendida Ottobrata Romana.

 

                                                                                                                            Luigi Ruco
Presidente Comitato Scientifico